Pacca sul sedere in ufficio? E’ solo goliardia

In un periodo in cui il tema della violenza e delle molestie sessuali è di forte attualità, ecco verificarsi in Italia un caso destinato a far discutere.

Secondo il gip del Tribunale di Vicenza, infatti, dare una pacca sul sedere occasionale sul luogo di lavoro non sarebbe da ritenere una molestia sessuale né tantomeno una violenza.

 

Il caso di specie

Una impiegata aveva denunciato il dirigente dell’ufficio amministrativo di un ditta commerciale per averla sculacciata in tre occasioni, cosa che l’aveva fatta sentire molestata sia come donna che come lavoratrice. L’uomo, inoltre, era stato accusato anche di ingiurie per averla invitata in modo brusco a svolgere le proprie mansioni passando tra le scrivanie.

 

Le testimonianze dei colleghi

La Procura ha raccolto le testimonianze dei colleghi della donna, secondo cui il dirigente, che nel frattempo si è scusato, era solito distribuire pacche un po’ a tutti in maniera goliardica, senza morbosità né intento predatorio.

 

La richiesta di archiviazione

Sulla base delle testimonianze raccolte, il pm ha ritenuto di chiedere l’archiviazione, accolta dal gip, derubricando l’accaduto a gesto goliardico, seppur eccessivo ed in generale censurabile. In sostanza, la fattispecie non presentava i connotati dell’ipotesi di reato sostenibile in giudizio.

Ciò non significa, però, che in assoluto tale comportamento non possa sfociare nella molestia sessuale in presenza di un contesto e di un atteggiamento che facciano supporre tale intento.

Per quanto riguarda l’accusa di ingiurie, anch’essa è caduta nel nulla a seguito della depenalizzazione del reato.

 

Avv. Edoardo Tamagnone

L'Avv. Edoardo Tamagnone è specializzato in Scienze Internazionali e Diplomatiche e ha conseguito il Master in Diritto Tributario. E' esperto nel campo della pianificazione patrimoniale e della fiscalità internazionale. Si occupa prevalentemente di questioni societarie e controversie in materia di diritto tributario. Il suo campo di attività è la gestione dei patrimoni esteri e l’assistenza nell’ambito delle successioni e del passaggio generazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *