Successioni

Successioni: un po’ di chiarezza

Il diritto, come tutte le materie specialistiche, non solo utilizza termini suoi propri, ma anche termini comuni, che tuttavia assumono significati tecnici molto specifici.

Per esempio, popolarmente si usa chiamare “compromesso” il contratto preliminare, oppure parlare di “affitto” di un appartamento, in maniera assolutamente impropria.

Nel gergo giuridico, invece, non esiste alcun “compromesso”, se si esclude la clausola compromissoria, che non è un contratto preliminare, mentre si “affittano” solo i fondi rustici, cioè i terreni, perché per gli immobili urbani si parla invece di locazione.

Quanto sin qui premesso vale anche per le c.d. “successioni”, che comunemente si identificano solo con il trasferimento dell’eredità da un soggetto passato a miglior vita al suo erede; anche in questo caso, però, ciò ha ben poco di tecnico nel mondo del diritto.

In diritto, con successione si intende il subentrare di un soggetto, detto “successore” o “avente causa”, in un rapporto giuridico (cioè in un rapporto disciplinato da diritto) a un altro soggetto giuridico, detto “autore” o “dante causa”.

In tal senso, pertanto, anche in caso di stipula di un contratto di compravendita si verifica una successione, senza che vi sia stata però la morte di alcuno.

Tuttavia, un vecchio adagio popolare, a sottolineare l’importanza sociale delle successioni a causa di morte, recita: “L’anima a Dio e la roba a chi spetta”; in questo senso, fin dall’antichità, sono stati previsti e disciplinati dal diritto i fenomeni successori.

Si pensi, ad esempio, che il Codice di Hammurabi, una fra le più antiche raccolte di leggi scritte che ci sia stata tramandata (è stata stilata sotto il regno del re babilonese Hammurabi, o Hammu-Rapi, che regnò dal 1792 al 1750 a.C), che consta di 282 disposizioni, tratta diffusamente delle successioni a causa di morte agli articoli 162-184.

Fatta questa necessaria premessa, nel prosieguo ci occuperemo delle successioni mortis causa, o a causa di morte, che sono quelle che più incuriosiscono sia i cultori del diritto che ogni altro cittadino.

Avv. Giovanni Cicchitelli